Tikapur Children Home (TCH)

01

L’accoglienza è il nucleo del progetto nel suo complesso, poiché permette di riscattare i bambini particolarmente a rischio e reintegrarli in società, agendo nel frattempo per migliorare le condizioni economiche delle famiglie e permettere ai bambini di crescere in un ambiente nel rispetto dei diritti dell’infanzia. Il numero di bambini orfani, abbandonati o a rischio di traffico di minori è particolarmente elevato nella zona di intervento, soprattutto a causa delle migrazioni verso l’India.

La Tikapur Children Home (TCH) in funzione dal 2003 costituisce la componente fondamentale del progetto IDP.

La struttura ospita 26 bambini: orfani o che appartengono a famiglie in condizioni di povertà e provengono principalmente dalle comunità Mukta Kamaiya e Sukumbasi.

I bambini ospitati provengono da situazioni molto diverse fra loro: bambini che hanno subito la perdita di almeno uno dei due genitori e vivono con altri membri della famiglia; oppure che sono stati abbandonati dopo il secondo matrimonio o non riconosciuti come membri della famiglia; molti di loro provengono da famiglie di senzaterra o da famiglie i cui membri non hanno entrate finanziare continuative e non sono in grado di garantirne il sostentamento; alcuni dei bambini hanno i genitori, ma affetti da disturbi mentali o handicap fisici tali da non poter provvedere alla cura e al sostentamento del minore. Negli ultimi anni abbiamo inoltre aperto le porte della TCH a bambini che si trovavano in situazione di rischio di lavoro minorile o prostituzione (in particolare kamlari e badi), o già impiegati nel lavoro minorile e non avevano mai frequentato la scuola;

Agli ospiti vengono offerti VITTO, ALLOGGIO, CURE MEDICHE, VESTIARIO ED ISTRUZIONE PRESSO UN ISTITUTO PRIVATO, fino al raggiungimento del diploma (School Leaving Certificate). All’ottenimento del titolo i ragazzi/e vengono reintegrati in famiglia e/o in società

Attività ricreative - 2012

Attività ricreative – 2012

DSC05009

I bambini e lo staff della TCH

Dipinti per la biblioteca- 2010

Dipinti per la biblioteca- 2010

1_Holy_Monsgara e bambine

Happy Holi 2011

Ritorno dalla piscina 2010

Ritorno dalla piscina 2010

L’edificio della Tikapur Children Home è così composto:

Pianterreno:

      • Nella parte posteriore si trovano un bagni due docce
      • Una stanza utilizzata come ripostiglio per conservare le provviste alimentari
      • Una stanza adibita a sala giochi/disegno per i bambini
      • Una stanza recetemente (Novembre 2010) risistemata e ridipinta dai ragazzi che verrà adibita a biblioteca (Progetto Kitab)
      • Le tre stanze inutilizzate precedentemente adibite a classe per le Nonformal Classes, verranno ristrutturate ed adattate ad accogliere il centro di incontro e le sale lettura per i beneficiari delle borse di studio all’interno del Progetto Kitab.

Primo Piano: cinque stanze

      • TV room: stanza per utilizzata per attività ludiche, attività extrascolastiche (corsi di inglese e di diritti umani, disegno)
      • Ufficio del Direttore e del Contabile
      • Una stanza viene utilizzata per il materiale scolastico per i beneficiari della TCH e per i beneficiari delle borse di studio
      • Una stanza adibita 2 mesi l’anno a sartoria (per confezionare le divise scolastiche dei beneficiari ed i vestiti)
      • Una stanza da letto per i ragazzi più grandi (9-10 classe)

Secondo piano:

      • 4 stanze da letto (2 per bambini e 2 per bambine)
      • 1 stanza da letto per la cuoca
      • due bagni e una doccia
      • terrazza

STAFF

All’interno della Tikapur Children Home lavora l’intero staff del progetto IDP:

      • Uttam Raj Adhikari – direttore del progetto che si occupa della gestione della TCH e degli altri progetti avviati nel campo dell’educazione;

      • Jannak – contabile che gestisce la rendicontazione della TCH e dei progetti IDP;

      • Monshara Tharuni – cuoca della TCH;

      • Jannaki Chaudary – donna delle pulizie;

      • Saran B.K. – tutor dei bambini.

20150413134826617

 

Annunci